Stress da batteria: la ricerca di OnePlus

di Enrico Net

Vi siete mai sentiti in ansia perché la batteria del telefono si stava scaricando? Non siete i soli: tre persone su quattro (73%) affermano che non uscirebbero di casa se la batteria fosse sotto il 20%.

Per il lancio del flagship OnePlus 10T 5G, che può essere ricaricato completamente in soli 19 minuti grazie al sistema di ricarica SUPERVOOC da 150 W, il marchio tecnologico OnePlus ha commissionato una ricerca rilevando che il 5% delle persone dichiara di soffrire effettivamente di mal di testa se il telefono è a corto di batteria quando si trovano fuori casa. Mentre quasi 1 su 10 (il 7%) ammette di non riuscire a concentrarsi su altro quando sta per scaricarsi la batteria.

E ci sono luoghi e momenti specifici in cui questo stress colpisce più duramente: l’utilizzo di Google Maps per orientarsi è in cima alla lista con il 45%, mentre il 25% delle persone si impensierisce se lo smartphone si scarica mentre sono fuori con gli amici, e un terzo delle persone intervistate (30%) si sente disorientato se la barra della batteria diventa rossa nel mezzo di una vacanza.

Stress per la batteria: secondo una ricerca di OnePlus, la maggior parte delle persone non esce di casa con meno del 20% di batteria.

Lo studio ha anche rivelato quanto i dispositivi mobili siano essenziali per la nostra vita quotidiana: il 61% degli intervistati ha ammesso che il proprio telefono è uno strumento “indispensabile” per la vita moderna, dall’accesso al conto corrente alla prenotazione di biglietti, alla gestione delle e-mail di lavoro.

Per quanto riguarda il divario di genere, quasi una donna su cinque (23%) ha ammesso che sarebbe un problema se il telefono si scaricasse durante un appuntamento, compromettendo potenzialmente la possibilità di condividere con amici gli aggiornamenti in tempo reale su come questo sta andando, mentre solo il 7% degli uomini ha questa preoccupazione. Sui mezzi pubblici, invece, per il 38% delle donne (contro il 23% degli uomini) il viaggio in treno sarebbe un pessimo momento per avere la batteria scarica e il 22% delle donne (contro il 13% degli uomini) che afferma lo stesso per l’autobus, aggiungendo che questi momenti sono ideali per ascoltare un podcast o per dare un occhio ai social media.

Questa ricerca dimostra che ci rassicura enormemente avere una carica affidabile, afferma Tuomas Lampen, European Head of Strategy di OnePlus: ”Il nostro nuovissimo dispositivo, OnePlus 10T5G, fornisce fino a un giorno di carica in soli 10 minuti e può essere completamente ricaricato in soli 19 minuti grazie al sistema di ricarica SUPERVOOC da 150W, evitando che le persone rimangano bloccate a casa ad aspettare che il loro telefono torni in vita.

La ricerca ha anche rilevato che tre persone su quattro sono stupite da quanto siamo oggi legati alla tecnologia, con quasi la metà (46%) degli intervistati che ha dichiarato che sarebbe davvero strano stare senza il proprio telefono, tanto che il 68% non esce mai di casa senza il proprio telefono, per essere certo di poter contattare facilmente le persone, mentre il 47% detesta l’idea di essere irreperibili, soprattutto in caso di emergenza.

OnePlus ha anche rivelato un rimedio comune ai nostri problemi di batteria scarica: ben l’82% degli intervistati si consola con l’affetto dei propri cani o le coccole dei propri gatti per distrarsi dall’assenza del telefono, mentre questo è sotto carica.

OnePlus 10T 5G sarà in vendita dal 25 agostoe chi acquisterà il telefono tra quella data e il 29 agosto riceverà in omaggio un paio di OnePlus Buds Pro, gli auricolari wireless top di gamma di OnePlus. Inoltre, coloro che scambieranno il loro vecchio telefono riceveranno un ulteriore rimborso di 150 euro oltre al valore di scambio del telefono.

Note

La ricerca, eseguita su 1.500 britannici con sede nel Regno Unito, è stata commissionata da OnePlus e condotta da Perspectus Global nell’agosto 2022.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)