I fotografi dovrebbero stampare loro stessi il proprio lavoro?

di Tommy Denet

Per quali ragioni i fotografi che stampano il proprio lavoro sono il tema più interessante e d’attualità della fotografia digitale.

Oggi, i fotografi hanno accesso a strumenti che rendono possibile una resa finale pressoché perfetta, rendendo il flusso di lavoro, dalla cattura fino alla stampa, molto più fluido ed accessibile: apparecchi fotografici di altissimo livello, lenti e obiettivi costantemente migliorati, software di editing sempre più completi e intuitivi. Questo permette loro di controllare ogni tappa del processo fotografico e, soprattutto, di esprimersi in quanto artisti completi, garantendo che la propria impronta sia mantenuta dall’attimo in cui la foto viene scattata fino al momento della stampa.

In che modo la stampa fine art arricchisce il lavoro del fotografo?
Cheryl Walsh ritiene che i fotografi che stampano loro stessi il proprio lavoro rappresentino gli artisti più interessanti e attuali nell’ambito della fotografia digitale. La chiave sta nel poter controllare tutte le tappe del processo fotografico, fino alla stampa delle proprie foto: per fare ciò, Walsh utilizza la stampante LFP per grandi formati Canon imagePROGRAF PRO-4000 in combinazione con carta fine art di Canson® Infinity, con formato fino a 40×60 pollici (101×152 cm).

“Quando ho appreso l’arte della stampa, la mia prospettiva sulla fotografia è cambiata”, racconta Cheryl Walsh. “Nel momento in cui ho dovuto scegliere una stampante, sapevo che avrei utilizzato una Canon, un marchio che ho sempre usato ed un’azienda da sempre attenta al mio lavoro”.

Come la scelta di una carta fine art determina l’impronta artistica del fotografo
La scelta della giusta stampante è fondamentale ma quello della carta lo è altrettanto. “Uso le migliori attrezzature fotografiche, scatto con le migliori macchine fotografiche e stampo con la migliore stampante: naturalmente, avevo bisogno anche della migliore carta fine art”, spiega Cheryl Walsh. “Canson® Infinity soddisfa tutte le mie esigenze per dar vita alle mie personali opere d’arte. È davvero unica, si tratta di una carta speciale”.

Cheryl tiene presente il fatto che ogni carta Canson® Infinity abbia le sue peculiari caratteristiche e dunque, fin dal momento in cui scatta la foto, ha già in mente il tipo di carta che dovrà essere utilizzato per ottenere l’effetto artistico desiderato. “So su quale tipo di carta Canson® Infinity stamperò fin dall’attimo in cui scatto la foto. La struttura della carta, il peso ed il tatto sono per me fattori determinanti quanto l’immagine stessa”, conclude Cheryl Walsh.

Se volete scoprire l’arte di Cheryl Walsh, realizzata utilizzando carta Canson® Infinity e la stampante LFP per grandi formati della gamma Canon imagePROGRAF PRO Series, potete visitare il sito dell’artista: http://cherylwalshfineart.com/

Print Friendly, PDF & Email

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)