Samsung Innovation Camp: presentati i project work finalisti e i vincitori per il Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università degli Studi di Firenze

di Redazione TecnoGazzettaLeave a Comment

Venerdì 16 ottobre si è conclusa presso il Polo delle Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Firenze la terza edizione di Samsung Innovation Camp. Anche quest’anno l’iniziativa è stata attivata nell’ambito del Laboratorio di competenze trasversali dei Corsi di Laurea in Economia Aziendale e in Economia e Commercio della Scuola di Economia e Management e si è conclusa con la premiazione dei gruppi di studenti che hanno presentato i migliori project work proposti da due aziende presenti sul territorio, Digital Virgo e Gilbarco, coinvolte nel progetto di Innovation Camp.

L’iniziativa, sviluppata da Samsung Electronics Italia in collaborazione con Randstad, è nata con l’idea di accompagnare gli studenti delle università pubbliche italiane in un percorso formativo sull’innovazione, per trasformare il futuro in presente, e aprire nuovi scenari professionali in ambito digitale.

Per la fase finale di Innovation Camp a Firenze, sono stati selezionati i migliori progetti, scelti tra gli oltre 120 studenti e neo-laureati partecipanti del Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università di Firenze, e analizzati sulla base della qualità della proposta che hanno sviluppato in risposta ai business case commissionati da Digital Virgo e Gilbarco, le due eccellenze locali che hanno aderito in questi mesi all’iniziativa in collaborazione con l’Università.

I progetti vincitori:

  • Gruppo vincitore per il Project Work di Digital Virgo: Digital Virgo, provider mondiale di servizi digitali e pagamenti da mobile ha chiesto agli studenti di individuare il prossimo prodotto di successo per gli operatori telefonici. Gli studenti dovranno definire un nuovo concetto di prodotto B2B2C e una coerente strategia di marketing con un budget assegnato per il progetto pilota. Il team vincitore è stato il Gruppo First Impact: gli studenti hanno proposto una piattaforma chiamata EcoTap da realizzare in partnership con gli operatori telefonici. Facendo leva sulla trasparenza e sulla sostenibilità dei prodotti, la strategia a cui hanno pensato vuole dare una green experience all’utente che verrà ricompensato con crediti ed extra cashback.
  • Gruppo vincitori per il Project Work di Gilbarco: Gilbarco, azienda leader nelle soluzioni e nelle tecnologie di fornitura di sistemi di gestione dei carburanti per le stazioni di servizio, ha chiesto agli studenti di immaginare la stazione di servizio del futuro. Servendosi dei big data e utilizzando la tecnologia, gli studenti dovranno ridisegnare la customer experience all’interno delle stazioni di servizio e di individuare una strategia di promozione della nuova stazione prevedendo anche i flussi di potenziali clienti. Il team vincitore è stato il Gruppo 4 Seek: le studentesse hanno ripensato la customer experience all’interno delle stazioni di servizio individuando in questo un luogo sicuro. Attraverso l’utilizzo della tecnologia e l’analisi dei dati, hanno proposto l’inserimento di un dispositivo collegato ad un App che permette di richiedere assistenza e intervento immediato in caso di pericolo.

Alla cerimonia hanno partecipato i professori Andrea Paci, presidente corso di laurea in Economia Aziendale, Nicola Doni, presidente corso di laurea in Economia e Commercio e la professoressa Daria Sarti, del Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università degli Studi di Firenze, Anastasia Buda, Corporate Social Responsibility Manager di Samsung Electronics Italia, Paola Caretti, Product Director e Ilaria Recami, Sales Manager Payment di Digital Virgo Italia, oltre a Claudio Toccafondi, Responsabile Sviluppi Nuovi Prodotti di Automazione di Gilbarco.

Samsung Innovation Camp: i dettagli del progetto al Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università degli Studi di Firenze

Anche per la terza edizione, il principale obiettivo di Samsung Innovation Camp è quello di integrare la formazione universitaria con un itinerario unico attraverso la tecnologia, l’innovazione digitale e le imprese del territorio. Grazie a questa iniziativa, gli studenti dell’Università di Firenze hanno avuto modo sia di avvicinarsi al loro futuro professionale imparando nuove competenze di business, marketing e digital strategy, particolarmente richieste dal mondo del lavoro attuale, sia entrare in contatto con le aziende locali, per portare innovazione nei principali settori economici del nostro Paese.

Ogni studente di Innovation Camp ha avuto la possibilità di creare un mix vincente tra i concetti appresi durante il proprio percorso di studi universitari e le competenze acquisite grazie a questo progetto, nonché di metterle in pratica collaborando direttamente con le aziende, selezionate per dare l’opportunità agli studenti di conoscere le realtà del loro territorio e di confrontarsi con temi/project work reali.

I migliori 60 studenti, classificati in base al punteggio ottenuto nei test al termine dei moduli previsti per la prima fase del percorso di Innovation Camp, hanno avuto accesso alla seconda fase di formazione in aula presso l’università, dove hanno potuto seguire le lezioni tenute da un docente dell’ateneo, che ha approfondito i contenuti affrontati nei moduli online, e da professionisti Samsung e Randstad, che hanno tenuto degli interventi formativi rivolti agli studenti. Durante le lezioni, le aziende Digital Virgo e Gilbarco, hanno assegnato ciascuna un project work sul tema dell’innovazione nel proprio settore di operatività.

Gli studenti hanno avuto la possibilità di svolgere il project work riuniti in gruppi multidisciplinari, al fine di favorire il lavoro di squadra e la collaborazione tra profili con competenze complementari. L’evento di chiusura ha rappresentato l’ultimo step di questo percorso, durante il quale gli studenti che hanno elaborato i project work migliori hanno condiviso il proprio lavoro con i dipendenti delle aziende, i rappresentanti di Samsung, di Randstad e dell’ateneo.

Samsung Innovation Camp, terza edizione: i principali numeri dell’iniziativa

In tutta Italia, sono stati oltre 12.000 gli studenti registrati alla piattaforma di Samsung Innovation Camp, con un buon equilibrio tra ragazzi (48%) e ragazze (52%), a dimostrazione di un interesse per le discipline legate ai lavori digitali paritetico tra uomini e donne. Oltre agli studenti in corso, hanno partecipato con entusiasmo anche molti neolaureati, che hanno raggiunto il 20% degli iscritti totali.

I moduli e le lezioni della terza edizione di Samsung Innovation Camp hanno offerto ai ragazzi un tipo di formazione assolutamente trasversale, rilevante indipendentemente dal corso di studi, elemento che ha ribadito ancora di più che oggi le competenze digitali sono assolutamente fondamentali in qualsiasi ambito professionale. Questo dato è confermato dal fatto che gli iscritti provengono da più di 20 aree di studio diverse, tra le quali le principali sono state: economia e finanza; ingegneria; comunicazione; lingue e mediazione culturale; marketing; scienze giuridiche e scienze politiche.

“Da quasi 30 anni la nostra azienda si impegna in Italia per la diffusione della cultura dell’innovazione e del digitale. Con la terza edizione di Samsung Innovation Camp, che quest’anno ha registrato ancora più entusiasmo e partecipazione tra gli studenti italiani, abbiamo cercato di fornire a tutti i ragazzi strumenti utili e competenze aggiornate per affrontare al meglio il mondo del lavoro, sempre di più alla ricerca di professionisti dotati del giusto mix tra soft skill e competenze digitali. Anche quest’anno, siamo riusciti a costruire, insieme ai nostri partner e al Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università degli Studi di Firenze, un solido ecosistema di formazione e collaborazioni con le realtà aziendali del territorio, che hanno aiutato i giovani universitari coinvolti nei corsi e nei project work ad essere ancora più qualificati e competitivi, per cogliere al meglio le sfide professionali del futuro” commenta Anastasia Buda, Corporate Social Responsibility Manager di Samsung Electronics Italia.

“Abbiamo proposto un progetto sfidante agli studenti, quello di pensare alla prossima killer application destinata alla clientela degli operatori telefonici.

Digital Virgo è uno dei principali attori nel mondo del pagamento con credito telefonico: supporta i Telecom operators nella gestione di un ecosistema di Carrier Billing sostenibile sviluppando strategie globali di pagamento, monetizzazione e marketing digitale.

E’ stato un piacere coinvolgere in questa sfida, per alcuni mesi, gli studenti universitari dell’Università di Firenze grazie al Samsung Innovation Camp, commenta Diego Conforti, Managing Director di Digital Virgo Italia.

Gilbarco è azienda leader nelle soluzioni e nelle tecnologie di fornitura di sistemi di gestione dei carburanti per le stazioni di servizi. La nostra natura ci porta giornalmente ad immaginare il futuro del settore e supportare i nostri clienti nella migrazione verso il digitale abilitando tramite tutte le nuove tecnologie a disposizione nuovi prodotti, esperienze e ottimizzazioni. Il progetto proposto agli studenti era di immaginare la stazione di servizio del futuro e tutti hanno risposto con ottimi spunti e con analisi ben strutturate.

Partecipare come azienda al Samsung Innovation Camp è stato per noi molto importante per continuare e consolidare il rapporto che Gilbarco ha con il territorio e con la tecnologia”, commenta Paolo Sorrentino, Managing Director di Gilbarco Italia Srl

Con questa seconda edizione del Samsung Innovation Camp non possiamo che ribadire la nostra soddisfazione per l’iniziativa che si conferma come una importante opportunità per i nostri studenti. Attraverso le attività del progetto, gli studenti hanno potuto approfondire le proprie competenze sul tema della digitalizzazione ed hanno avuto la possibilità di confrontarsi con due importanti realtà d’impresa operanti nel nostro territorio proponendo soluzioni innovative per rispondere alle esigenze individuate. E’ stata questa inoltre una importante occasione per alimentare ulteriormente il legame con il tessuto economico locale su cui da sempre i nostri corsi di studio sono impegnati.”, commenta Daria Sarti, docente di Organizzazione Aziendale e co-referente per il Progetto Samsung Innovation Camp per il Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università degli Studi di Firenze

Print Friendly, PDF & Email

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)

Leave a Comment