Opera GX si arricchisce con Aria

di Fabrizio Castagnotto

Opera GX, il browser pensato per i gamer, porta l’esperienza di navigazione a un nuovo livello grazie ad Aria, un’Intelligenza Artificiale implementata nel browser capace di rispondere a domande, programmare, intrattenere gli utenti e aiutarli a conquistare il regno digitale.

Aria non è la solita AI: dotata dell’architettura Composer proprietaria di Opera, Aria non solo elabora codici, ma riesce anche ad aggiornarsi in tempo reale, fornendo risultati attuali e in grado di rispondere a tutte le domande degli utenti di Opera GX. Con questa nuova funzione, gli utenti Opera GX Early Bird potranno interagire direttamente con un’amichevole browser AI che avrà a portata di mano tutte le ultime notizie e i consigli riguardo il mondo del gaming.

Sarà possibile chiedere ad Aria domande di qualsisi tipo: “Starfield è finalmente uscito?”, “Perché sono così scarso in Armored Core 6?”, “Come posso dare il via alla mia carriera di streamer?” o anche “Qual è il modo più efficace per esprimere il mio disappunto per un aggiornamento di gioco senza ricorrere al caps-lock?”. Sarà possibile anche chiedere ad Aria di scrivere una biografia personalizzata del proprio personaggio di “Baldur’s Gate” o di dare informazioni sull’ultimo aggiornamento stagionale di “Diablo IV.”

Gli utenti di Opera GX che amano i tasti di scelta rapida avranno a disposizione “Aria Command Line”, un nuovo set di comandi che consentirà di utilizzare la scorciatoia da tastiera ctrl+ / (Win) o cmd+ / (Mac) per visualizzare un overlay e interagire con Aria. Ogni volta che verrà in mente una domanda, sarà possibile usare questi comandi per chiedere le informazioni ad Aria e interagire con la risposta fornita dall’Intelligenza Artificiale direttamente dalla barra laterale o tornare a navigare tranquillamente.

Aria è collegata alla funzione AI Prompts di Opera, introdotta all’inizio dell’anno. Grazie a questa funzione, gli utenti potranno evidenziare qualsiasi testo nel browser per richiamare istantaneamente informazioni contestuali e suggerimenti, dando la sensazione di conversare con il browser.

A differenza di altre soluzioni di AI per browser, Aria offre un’esperienza controllata dall’utente: sono infatti gli utenti a scegliere di attivarla aprendo l’IA nella barra laterale ed effettuando il login, oppure creando un account Opera gratuito se non ne hanno già uno. Aria è ora disponibile in oltre 180 paesi compresa l’UE, accessibile da Opera GX per Windows e MacOS. È inoltre disponibile nel browser Opera per Windows, Mac, Android e iOS.

Per utilizzare Aria, sarà necessario selezionare “Early Bird” nelle impostazioni. L’uso di Aria in Opera GX è gratuito e richiede solo l’accesso al proprio account Opera.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)