Apple svela il chip M1

di Redazione TecnoGazzetta2 Comments

Con prestazioni leader di settore, funzioni potenti e un’efficienza incredibile, il processore M1 è il primo chip di Apple progettato appositamente per Mac.

Il processore M1 è il primo chip di Apple progettato appositamente per Mac e il più potente che abbiamo mai creato.

Apple oggi ha annunciato il processore M1, il chip più potente che abbiamo mai creato e il primo progettato appositamente per Mac. Il chip M1 è ottimizzato per i sistemi Mac, nei quali le dimensioni contenute e l’efficienza energetica rivestono un’importanza cruciale. È un system on a chip (SoC), racchiude numerose tecnologie in un unico processore e presenta un’architettura di memoria unificata che offre prestazioni ed efficienza nettamente superiori. Il chip M1 è il primo processore per personal computer realizzato utilizzando la rivoluzionaria tecnologia di elaborazione a 5 nanometri e integra ben 16 miliardi di transistor, il numero più elevato mai racchiuso da Apple in un chip. Ha il core CPU più veloce al mondo in un chip a basso consumo, le migliori prestazioni CPU per watt al mondo, la grafica integrata più scattante mai vista in un personal computer e prestazioni di apprendimento automatico sorprendenti grazie al Neural Engine di Apple. Il chip M1 offre prestazioni CPU fino a 3,5 volte più scattanti, prestazioni GPU fino a 6 volte superiori e apprendimento automatico fino a 15 volte più veloce, con una batteria che dura fino a 2 volte più a lungo dei Mac precedenti. Con il netto incremento di prestazioni ed efficienza, il chip M1 rappresenta il più grande passo in avanti di sempre per il Mac.1

“Non c’è mai stato un chip come l’M1, il nostro rivoluzionario SoC per Mac. Nasce da oltre dieci anni di esperienza nella progettazione di chip all’avanguardia nel settore per iPhone, iPad e Apple Watch, e ci catapulta in una nuova era per il Mac,” ha dichiarato Johny Srouji, Senior Vice President di Hardware Technologies per Apple. “Quando si tratta di chip a basso consumo, il processore M1 ha il core CPU più veloce al mondo, la grafica integrata più scattante mai vista in un personal computer e le sorprendenti prestazioni di apprendimento automatico del Neural Engine di Apple. Con il suo mix unico di prestazioni eccezionali, funzioni potenti e un’efficienza incredibile, il processore M1 è di gran lunga il miglior chip che abbiamo mai creato.”

First System on a Chip for the Mac

Macs and PCs have traditionally used multiple chips for the CPU, I/O, security, and more. Now with M1, these technologies are combined into a single SoC, delivering a whole new level of integration for greater performance and power efficiency. M1 also features a unified memory architecture that brings together high-bandwidth, low-latency memory into a single pool within a custom package. This allows all of the technologies in the SoC to access the same data without copying it between multiple pools of memory, further improving performance and efficiency.

Le migliori prestazioni CPU per watt al mondo

Il chip M1 ha una CPU a 8 core composta da quattro performance core e quattro efficiency core. Ogni performance core assicura prestazioni leader di settore per task single-thread e la massima efficienza possibile. Sono i core CPU più scattanti al mondo in un chip a basso consumo: consentono ai fotografi di modificare immagini ad alta risoluzione a velocità sorprendenti e agli sviluppatori di creare app impiegando circa 3 volte meno tempo di prima. Tutti i quattro core possono inoltre essere utilizzati simultaneamente per un netto incremento delle prestazioni multi-thread.

I quattro efficiency core raggiungono prestazioni strabilianti consumando un decimo della potenza. Da soli, offrono prestazioni simili a quelle del processore dual-core dell’attuale MacBook Air, con un consumo inferiore. Rappresentano la soluzione più efficiente per eseguire le attività più leggere di tutti i giorni, come controllare le email o navigare sul web, e preservano la durata della batteria come mai prima d’ora. Inoltre, gli otto core possono operare in perfetta sinergia per offrire un’incredibile potenza di elaborazione per i task più impegnativi, nonché le migliori prestazioni CPU per watt al mondo.

La grafica integrata più scattante al mondo

Il chip M1 include la GPU più evoluta di Apple. Trae vantaggio da anni di analisi delle applicazioni Mac, tra cui le app di uso comune e i workload professionali più impegnativi. Con prestazioni leader di settore e un’efficienza incredibile, la GPU del chip M1 è in una classe a sé. Grazie a un massimo di otto potenti core in grado di eseguire quasi 25.000 thread simultaneamente, la GPU può gestire attività estremamente impegnative con facilità, dalla riproduzione fluida e perfetta di stream video 4K multipli al rendering di complesse scene 3D. Con un throughput di 2,6 teraflop, il chip M1 ha la grafica integrata più scattante mai vista in un personal computer.

Apprendimento automatico on-device incredibilmente veloce

Il chip M1 porta il Neural Engine di Apple su Mac, accelerando notevolmente le attività di apprendimento automatico, o machine learning (ML). Grazie alla più evoluta architettura a 16 core di Apple, in grado di eseguire 11.000 miliardi di operazioni al secondo, il Neural Engine nel chip M1 raggiunge prestazioni di apprendimento automatico fino a 15 volte più veloci. In effetti, l’intero processore M1 è progettato per offrire prestazioni di machine learning leader di categoria, con acceleratori ML nella CPU e una potente GPU: in questo modo, attività come analisi video, riconoscimento vocale ed elaborazione delle immagini potranno contare su un livello di prestazioni mai visto prima in un Mac.

Altre tecnologie innovative racchiuse nel chip M1

Il chip M1 racchiude numerose tecnologie potenti su misura, tra cui:

  • Il più recente processore ISP di Apple per video di qualità superiore con una riduzione del rumore ottimizzata, una gamma dinamica più ampia e un migliore bilanciamento del bianco automatico.
  • Il più recente Secure Enclave per una sicurezza leader di categoria.
  • Un controller dell’archiviazione a elevate prestazioni con hardware di crittografia AES per performance SSD più veloci e sicure.
  • Motori di codifica e decodifica a basso consumo ed efficienza elevata per prestazioni eccellenti e un’autonomia della batteria prolungata.
  • Un controller Thunderbolt progettato da Apple con supporto per USB 4, velocità di trasferimento fino a 40Gbps e compatibilità con più periferiche che mai.

macOS Big Sur ottimizzato per il chip M1

macOS Big Sur è progettato sin dalle basi per sfruttare appieno tutta la capacità e la potenza del chip M1 e offrire un netto incremento delle prestazioni, un’incredibile autonomia della batteria e protezioni di sicurezza ancora più solide. Con il chip M1, tutto ciò che gli utenti fanno ogni giorno è sensibilmente più fluido e veloce. Proprio come iPhone e iPad, anche il Mac ora si riattiva all’istante dallo standby. La navigazione con Safari, che è già il browser più veloce del mondo, è fino a 1,5 volte più scattante nell’esecuzione di JavaScript e quasi 2 volte più reattiva.

Con Big Sur e il chip M1, gli utenti Mac possono utilizzare ancora più app di prima. Tutto il software Mac di Apple è ora Universal e viene eseguito in nativo sui sistemi con M1. Anche le app per Mac non aggiornate a Universal vengono eseguite senza problemi grazie alla tecnologia Rosetta 2 di Apple. E le app per iPhone e iPad ora possono essere utilizzate direttamente su Mac. Inoltre, le fondamenta di Big Sur sono ottimizzate per sfruttare appieno tutta la potenza del chip M1, incluse le tecnologie per gli sviluppatori, da Metal per la grafica a Core ML per il machine learning.

L’inizio di una transizione di due anni per il Mac

Il chip M1 è stato integrato nei nuovi MacBook Air, MacBook Pro 13″ e Mac mini. Questi sistemi si uniscono agli altri modelli per dare vita alla linea Mac più potente di sempre. Si tratta dell’inizio di una transizione a una nuova famiglia di chip progettati appositamente per Mac. La transizione al chip Apple richiederà circa due anni e questi tre sistemi sono il primo, entusiasmante passo in quella direzione.

    1. “Il core CPU più veloce al mondo in un chip a basso consumo”: Test condotti da Apple nell’ottobre 2020 utilizzando MacBook Pro 13″ di pre‑produzione con chip Apple M1 e 16GB di RAM; sono state misurate le prestazioni single‑thread di picco su carichi di lavoro presi da specifici benchmark di settore e applicazioni commerciali e open source. Il confronto è stato effettuato rispetto alle più veloci CPU per notebook disponibili sul mercato al momento del test. I test sulle prestazioni vengono condotti utilizzando sistemi specifici e rispecchiano le prestazioni indicative di MacBook Pro. “Le migliori prestazioni CPU per watt al mondo”: Test condotti da Apple nell’ottobre 2020 utilizzando MacBook Pro 13″ di pre‑produzione con chip Apple M1 e 16GB di RAM. Le prestazioni per watt si riferiscono al rapporto tra le prestazioni di picco della CPU e l’energia media consumata, in base a specifici benchmark di settore. Il confronto è stato effettuato rispetto alle CPU ad alte prestazioni per notebook e desktop, disponibili sul mercato al momento del test. I test sulle prestazioni vengono condotti utilizzando sistemi specifici e rispecchiano le prestazioni indicative di MacBook Pro. “La grafica integrata più scattante mai vista in un personal computer”: Test condotti da Apple nell’ottobre 2020 utilizzando MacBook Pro 13″ di pre‑produzione con chip Apple M1 e 16GB di RAM, effettuati in base a specifici benchmark di settore. Il confronto è stato fatto rispetto alle più veloci GPU integrate per notebook e desktop, disponibili sul mercato al momento del test. Per GPU integrata si intende una GPU montata su un die monolitico di silicio insieme a una CPU e a un controller di memoria, dietro un sottosistema di memoria unificata. I test sulle prestazioni vengono condotti utilizzando sistemi specifici e rispecchiano le prestazioni indicative di MacBook Pro.
    2. “Il browser più veloce al mondo”: Test condotti da Apple nell’agosto e ottobre 2020 utilizzando i benchmark delle prestazioni JetStream 2, MotionMark 1.1 e Speedometer 2.0. Test condotti con Safari 14 pre-release e le più recenti versioni stabili di Chrome, Firefox e (Windows) Microsoft Edge disponibili al momento del test, su MacBook Pro 13″ con processore Intel Core i5, macOS Big Sur pre-release e Windows 10 Home eseguito in Boot Camp; iPad Pro 12,9″ (4a generazione) con iPadOS 14 pre-release e Microsoft Surface Pro 7 con processore Intel Core i7 e Windows 10 Pro; e iPhone 11 Pro Max con iOS 14 pre-release e Samsung Galaxy S20 Ultra con Android 10. I dispositivi testati erano connessi a una rete Wi-Fi WPA2. Le prestazioni variano in base all’uso, alla configurazione del sistema, alla connessione di rete e ad altri fattori. “Fino a 1,5 volte più scattante nell’esecuzione di JavaScript e quasi 2 volte più reattiva”: Test condotti da Apple nel settembre e ottobre 2020 utilizzando i benchmark delle prestazioni JetStream 2 e Speedometer 2.0. I test sono stati eseguiti su MacBook Air e Mac mini di pre‑produzione con chip M1 e GPU a 8 core, e su MacBook Air 13″ in produzione con processore Intel Core i7 quad‑core a 1,2GHz e Mac mini in produzione con processore Intel Core i3 quad‑core a 3,6GHz; tutti i sistemi erano configurati con 16GB di RAM, unità SSD da 2TB e macOS Big Sur pre‑release. È stato utilizzato Safari 14.0.1 pre-release. I dispositivi testati erano connessi a una rete Wi-Fi WPA2. Le prestazioni variano in base alla configurazione del sistema, alla connessione di rete e ad altri fattori.
Print Friendly, PDF & Email

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)

Comments

  1. Pingback: La nuova generazione di Mac con MacBook Air, MacBook Pro 13" e Mac mini

  2. Pingback: macOS Big Sur è arrivato: le principali novità del nuovo sistema operativo

Leave a Comment