macOS Big Sur è arrivato: le principali novità del nuovo sistema operativo

di Redazione TecnoGazzettaLeave a Comment

L’aggiornamento introduce un nuovo design, miglioramenti per Safari, Messaggi, Mappe e privacy, ed è progettato per il potente chip M1 di Apple

macOS Big Sur, la più recente versione del sistema operativo desktop più evoluto al mondo, è ora disponibile per gli utenti Mac come aggiornamento software gratuito. Big Sur introduce un nuovo, splendido design e miglioramenti per le app principali, tra cui Safari, Messaggi e Mappe, oltre a innovative funzioni per la privacy. E Big Sur è progettato sin dalle basi per sfruttare appieno tutta la potenza del chip M1 e migliorare ulteriormente l’esperienza macOS per i nuovi MacBook Pro 13″, MacBook Air e Mac mini. La combinazione di Big Sur e del chip M1 porta il Mac a un nuovo livello, con una capacità e un’efficienza incredibili e ancora più app, preservando le caratteristiche che da sempre gli utenti apprezzano in macOS.
Design aggiornato: look essenziale e sempre familiare
Big Sur ha un nuovo design più spazioso che semplifica la navigazione e allo stesso tempo mette a disposizione degli utenti ancora più controlli. Dalla curvatura degli angoli delle finestre alla palette di colori e materiali, il nuovo look soddisfa le esigenze di tutti, da chi possiede un Mac per la prima volta fino ai professionisti più esigenti. Le icone del Dock dalla nuova forma unificata creano un effetto più omogeneo con il resto dell’ecosistema Apple senza nascondere la personalità del Mac. E grazie al nuovo design per le app, gli utenti potranno concentrarsi più facilmente sui contenuti e interagire con le app. Pulsanti e controlli appaiono solo quando servono, per poi sparire riducendo così la complessità visiva e portando in primo piano i contenuti più rilevanti.
Il nuovo Centro di Controllo consente di accedere ai controlli per Non disturbare, schermo, luminosità della tastiera e tanto altro direttamente dalla barra dei menu. Gli utenti possono vedere a colpo d’occhio le informazioni più rilevanti nel Centro Notifiche aggiornato, con notifiche interattive e nuovi widget.

Safari: più veloce, personale e privato
Il più importante aggiornamento di Safari da quando è stato presentato nel 2003 rende il browser più veloce del mondo ancora più veloce, senza compromessi in termini di autonomia della batteria, che rimane a livelli leader di settore. Il motore JavaScript di Safari gli consente di surclassare altri browser su Mac e PC, caricando i siti visitati più di frequente con una velocità media del 50% superiore rispetto a Chrome. E sui nuovi Mac con chip M1, la navigazione con Safari è fino a 1,5 volte più scattante nell’esecuzione di JavaScript e quasi 2 volte più reattiva. Lo streaming sulle piattaforme popolari è più chiaro e nitido con l’aggiunta di YouTube e Netflix in 4K HDR. Grazie ai nuovi pannelli, la navigazione con Safari è più veloce ed efficiente: vengono visualizzati più pannelli a video, le anteprime delle pagine appaiono al passaggio del cursore sopra i pannelli e le icone dei siti vengono mostrate di default per semplificare l’identificazione.1
Safari offre un’esperienza ancora più personale quando si naviga sul web, fra cui una nuova pagina iniziale personalizzabile, dove gli utenti possono aggiungere un’immagine di sfondo a loro scelta, Elenco lettura, Pannelli iCloud e tanto altro. Grazie alla funzione di traduzione integrata, Safari è in grado di riconoscere e tradurre intere pagine web in sette lingue; inoltre è facile scoprire e scaricare nuove estensioni per Safari dal Mac App Store, con categorie che includono contenuti in evidenza e classifiche.

Sulla base delle sue innovative funzioni per la privacy, Safari offre ora un innovativo Resoconto sulla privacy che mostra una panoramica sui tracker bloccati da Safari, così che non possano tracciare gli utenti e crearne un profilo. Nuovi strumenti come il monitoraggio delle password violate tengono d’occhio le password salvate che potrebbero essere state compromesse, senza mai condividere le informazioni sull’account dell’utente con nessuno, neppure con Apple. E per impedire che le estensioni accedano ai siti visitati dagli utenti, ai pannelli aperti e, talvolta, persino a ciò che viene digitato, Safari chiede agli utenti di scegliere quando e quali siti possono funzionare con un’estensione per Safari.
Con un incredibile incremento delle prestazioni, un’efficienza straordinaria, nuove opzioni per la personalizzazione e funzioni per la privacy migliorate, Safari offre la migliore esperienza di navigazione su Mac.

Print Friendly, PDF & Email

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)

Leave a Comment