Apple e Samsung condannati per obsolescenza programmata: una vittoria del ricondizionato ?

di Tommy Denet

Il Garante italiano dei consumatori (l’Antitrust) ha sanzionato per la prima volta i due giganti della telefonia Apple e Samsung per aver  imposto ai consumatori di scaricare aggiornamenti software colpevoli poi di rendere meno efficienti o mal funzionanti modelli di smartphone nuovi e costosi. Apple ha ricevuto una sanzione più alta perché non ha correttamente informato gli utenti della deteriorabilità delle sue pile al litio. Le due aziende, dunque, hanno violato gli articoli 20, 21, 22 e 24 del nostro Codice del Consumo. E’ la prima decisione al mondo che colpisce la “obsolescenza programmata” per la quale Apple, ad esempio, deve rispondere davanti ai tribunali francesi. Una vittoria del ricondizionato?

“Al di là dei procedimenti giudiziari avviati contro questi produttori – ha commentato Thibaud Hug de Larauze, co-fondatore e CEO dello start-up Back Market, attore leader nel mercato del ricondizionato – è il rumore dei media che ci circonda che ci eccita di più: è tempo di sviluppare un vero e proprio discorso critico, di ripensare un sistema un po’ arcaico, ossessionato dalla natura nuova e costantemente rinnovata dei nostri dispositivi. La denuncia dell’obsolescenza programmata in tutte le sue forme (tecnica, software, psicologica) è una condizione sine qua non per l’emergere di nuove modalità di consumo”.

Startup creata nel 2014, Back Market è il primo marketplace di prodotti elettrici ed elettronici ricondizionati in Europa, specializzato, attraverso il suo sito e-commerce, nella vendita di prodotti ricondizionati da officine partner certificate. I prodotti ricondizionati sono dispositivi usati rimessi in perfetto funzionamento e dunque venduti a prezzi scontati rispetto a quelli originari.   Il successo dell’azienda sin dalla sua fondazione, che ha permesso di allungare la durata di vita degli apparecchi elettronici ed elettrici, mostra chiaramente che anche la mentalità sta evolvendo in questo senso; questi prodotti, che sono funzionali oltre che nuovi di zecca, rappresentano una vera alternativa. Sono tra il 30 ed il 70% meno cari rispetto agli apparecchi nuovi e spingono i consumatori a riflettere su un nuovo modo di consumo responsabile.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)