Presto un supercomputer per potenziare le prossime missioni sulla Luna della Nasa

di Fabrizio Castagnotto

Hewlett Packard Enterprise (HPE) ha annunciato di aver progettato un nuovo supercomputer per la NASA per aiutare a potenziare le prossime missioni sulla Luna, in particolare quelle previste nella regione lunare del Polo Sud, entro il 2024.

Il nuovo supercomputer, chiamato Aitken, eseguirà simulazioni complesse per la modellazione e simulazione dell’ingresso, la discesa e l’atterraggio sulla Luna.

Di seguito, riportiamo alcuni punti chiave che emergono dall’ annuncio:

– Aitken, il nuovo supercomputer, è il risultato di una collaborazione quadriennale attualmente in fase di sviluppo tra HPE e il Centro Ricerche Ames della NASA;

– Eseguirà simulazioni a 3,69 petaFLOPS in termini di prestazioni teoriche di picco, per consentire atterraggi accurati e sicuri sulla luna;

– Si basa sul sistema HPE SGI 8600, comprendente speciali capacità di raffreddamento a liquido per un’efficienza energetica ottimale;

– Risiederà nella nuova struttura modulare di supercalcolo della NASA Ames, basata su un approccio Modular Data Center (MDC) sviluppato congiuntamente con HPE;

– E’ altamente efficiente dal punto di vista energetico e sostituirà la necessità di una torre di raffreddamento e l’utilizzo di milioni di litri d’acqua.

Trovate ulteriori dettagli nel lancio  stampa originale al seguente link: https://www.hpe.com/us/en/newsroom/press-release/2019/08/hpe-builds-nasa-new-supercomputer-to-support-future-human-mission-to-moon.html

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)