Si chiamerà ENYAQ il primo SUV elettrico ŠKODA

di Fabrizio Castagnotto

ŠKODA ENYAQ: si chiamerà così il primo SUV di serie interamente elettrico basato sulla piattaforma modulare elettrificata (MEB) del Gruppo Volkswagen.

Il nome combina insieme la lettera “E” dell’elettromobilità con la lettera “Q” finale che caratterizza i nomi dei SUV del Brand. ENYAQ segnerà per ŠKODA un incredibile passo avanti nell’era dell’elettromobilità nel 2020.

Il nome ENYAQ deriva dal termine irlandese “enya”, che significa “fonte di vita”. Questa paroladeriva dal gaelico irlandese “Eithne”, che può essere tradotto coni concetti di “essenza”, “spirito” o “principio”. Questediverseaccezioniconferiscono altrettantesfumature di significato al nome del nuovo SUV ŠKODA. “Fonte di vita” simboleggia l’inizio di una nuova era per il Brand boemo, quella dell’elettromobilità, ed è in linea con il claim ŠKODA:“Driven by inventiveness –clever ideas since 1895”. Indica quindi un nuovo inizio, che bene si abbina al temperamento del nuovo ENYAQ ealla passione degli ingegneri profusa nella realizzazione del modello. ENYAQ riprende la denominazione della famiglia dei SUV ŠKODA.

Seguendo l’esempio degli altri SUV di successo del Brand,KODIAQ, KAROQ e KAMIQ, icui nomiderivano dalla lingua del popolo Inuit del nord del Canada e della Groenlandia, ŠKODA in questo caso ha preso ispirazione per il nome delveicolo elettrico su piattaforma MEB dallalingua diuna regione leggendariadel nord. La lettera “E” all’inizio di ENYAQ simboleggia l’elettromobilità, la “Q” alla fine crea una connessione con le caratteristiche tipiche deiSUV ŠKODA.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)