Huawei: il COVID-19 ha chiuso molte porte, ma l’innovazione apre una finestra di speranza

di Fabrizio Castagnotto

I progressi nell’innovazione tecnologica promettono di migliorare la qualità della vita, rendere le aziende più intelligenti e creare un mondo più inclusivo

Alla cerimonia di apertura del Mobile World Congress Shanghai 2021, Ken Hu, Deputy Chairman di Huawei, ha parlato dell’enorme impatto che il COVID-19 ha avuto sui Paesi, le aziende e le persone in tutto il mondo, nonché del ruolo che la tecnologia svolge nella lotta contro la pandemia.

“Innovare non significa solo poter affrontare le sfide di oggi”, ha dichiarato Hu. “Significa illuminare il futuro. Quando saremo riusciti a controllare la pandemia, dovremo pensare seriamente a come innovare per migliorare la qualità della vita, rendere le aziende più intelligenti e creare un mondo più inclusivo.”

Hu ha inoltre spiegato che l’accesso iniquo alla tecnologia e alle competenze digitali ha ampliato il divario digitale e la pandemia ha notevolmente peggiorato la situazione. “Dobbiamo sfruttare l’innovazione per colmare il divario fra ricchi e poveri e promuovere l’inclusione digitale.”

Il COVID-19 ha creato molti nuovi requisiti da soddisfare per l’infrastruttura digitale. Nell’ultimo anno, Huawei ha lavorato a stretto contatto con gli operatori per garantire la stabilità delle operazioni di oltre 300 reti in 170 Paesi. In Indonesia, Huawei ha impiegato una nuova tecnologia per implementare rapidamente più di 50.000 stazioni base. Nella regione di Ningxia, in Cina, i router integrati di Huawei offrono accesso multi-cloud agli utenti aziendali, aiutandoli a passare al cloud più rapidamente e a un costo inferiore. “Guardando alla ripresa, dobbiamo assicurarci che l’innovazione non si limiti al presente. Innovare significa illuminare il futuro e creare un maggiore valore sociale.”

Innovare per migliorare la qualità della vita

Durante il suo discorso di apertura, Hu ha presentato al pubblico l’app Cyberverse di Huawei, un’applicazione di realtà aumentata (AR) avanzata che dimostra in che modo le reti 5G, i dispositivi 5G e la tecnologia AR possono convergere per creare un’esperienza virtuale più immersiva; che si tratti di una foresta reale o di una simulazione nello spazio. La nuova app consente di integrare perfettamente realtà fisica e virtuale con estrema precisione, grazie a un’enorme potenza di elaborazione e una trasmissione 5G a banda larga. Huawei prevede che Cyberverse creerà molte nuove opportunità di crescita in diversi settori, tra cui l’istruzione, l’intrattenimento, il turismo, i trasporti e la navigazione.

Innovare per rendere le aziende più intelligenti

Negli ultimi anni, tecnologie come il 5G, il cloud e l’IA hanno iniziato ad avere un ruolo importante nella produzione, accelerando la transizione verso operazioni più ‘smart’ e flessibili. Hu ha illustrato come lo stabilimento di Huawei a Dongguan utilizza attualmente reti 5G con applicazioni di IA basate su cloud nelle linee di produzione di smartphone 5G per ottenere enormi vantaggi in termini di produttività.

Huawei logo

Huawei logo

Il mondo della trasformazione digitale è pieno di opportunità. Huawei prevede che entro il 2025 il 97% di tutte le grandi aziende utilizzerà l’intelligenza artificiale. Secondo altre stime, il 55% dell’intero PIL cinese sarà guidato dall’economia digitale e il 60% del fatturato degli operatori globali deriverà da clienti industriali. Hu ha osservato che per realizzare queste previsioni tutti i settori dovrebbero dedicarsi al miglioramento delle proprie capacità, sulla costruzione dell’ecosistema e sulla creazione di valore attraverso la tecnologia digitale.

In qualità di fornitore di infrastrutture ICT, Huawei si concentra molto sull’innovazione portata dall’implementazione del 5G per favorire la trasformazione digitale di tutti i settori. Hu ha quindi spiegato che l’innovazione di Huawei è incentrata su tre aree: tecnologia, prodotti e applicazioni.

  • Tecnologia: la nuova soluzione 5G Super Uplink di Huawei offre velocità di uplink ineguagliabili, aiutando le aziende a superare uno dei principali ostacoli dell’Internet industriale.
  • Prodotti: i prodotti Huawei di edge computing 5G convergenti ha accelerato di 10 volte la realizzazione di siti edge computing.
  • Applicazioni: I Wireless X Labs di Huawei servono da incubatori di applicazioni 5G sviluppate da partner in un’ampia varietà di aree come la produzione manifatturiera, la sanità, la finanza e i trasporti. Insieme a questi partner, Huawei analizza come il 5G può supportare diversi settori nella loro transizione verso il digitale.

Huawei lavora inoltre a stretto contatto con clienti e partner per favorire l’innovazione nel 5G. L’azienda sta attualmente collaborando con i partner di ecosistema per sviluppare dispositivi pensati per rispondere alle esigenze specifiche di un dato settore. Attraverso l’innovazione congiunta e a partnership strategiche con i clienti, Huawei punta a promuovere un’espansione da 1 a N delle applicazioni 5G per le aziende. L’azienda si occupa inoltre di coordinare la comunicazione 5G e definire gli standard di settore per una più rapida scalabilità delle applicazioni 5GtoB.

Hu ha riferito che, in collaborazione con i partner e gli operatori regionali, Huawei ha firmato più di 1.000 contratti per applicazioni 5G industriali in oltre 20 settori.

Innovare per creare un mondo più inclusivo

Hu ha ricordato che nell’affrontare la pandemia il mondo corre il reale rischio di una recessione, una volta che il COVID-19 sarà sotto controllo. Prevede quindi un divario sempre più ampio tra le organizzazioni e le persone che beneficiano o meno della tecnologia digitale. Hu ha sottolineato che, se si vuole evitare uno sviluppo sbilanciato, l’obiettivo dell’innovazione deve diventare la creazione di maggiore valore sociale, colmare il divario digitale e promuovere una crescita inclusiva.

Huawei ha trasformato le proprie parole in fatti. Attraverso una partnership per un progetto di infrastruttura di rete rurale con operatori ghanesi, l’azienda prevede di implementare oltre 2.000 stazioni base RuralStar in aree remote di tutto il Paese. Questo contribuirà ad aumentare la copertura mobile in Ghana dall’83% al 95% e a portare per la prima volta online comunità precedentemente non connesse.

Analogamente, nuovi servizi di IA implementati su HUAWEI CLOUD vengono utilizzati per aiutare una piccola impresa in Malesia a raddoppiare la sua capacità produttiva senza aumentare il personale durante la pandemia.

Hu ha poi parlato di come le reti 5G sono state utilizzate per abilitare ultrasuoni e tomografia computerizzata da remoto per aiutare ad affrontare la distribuzione sbilanciata e la carenza di risorse mediche.

Hu ha concluso sottolineando che, sebbene la pandemia abbia chiuso molte porte, l’innovazione ha aperto una finestra di speranza. Attraverso la costante innovazione, Huawei continuerà a stringere collaborazioni con clienti e partner per aiutare i settori industriali a digitalizzarsi, migliorare la qualità della vita e creare un mondo più inclusivo.

 

Al MWC Shanghai di quest’anno, Huawei presenta sette nuove tipologie di reti ICT, tra cui Wireless 1+N, Home+, All-Optical Bases e Cloud-network Smart Connections, nonché nove nuovi prodotti e soluzioni, tra cui siti ultra semplificati, banda larga gigabit domestica, linee private premium e reti cloud intelligenti.

 

Il Mobile World Congress (MWC) di Shanghai 2021 si tiene in Cina dal 23 al 25 febbraio. Per ulteriori informazioni, è disponibile il seguente link: https://carrier.huawei.com/en/events/mwcs2021

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)