MIR TECH 2022, a Rimini la filiera dell’audio, video, luci e broadcast

di Tommy Denet

Alla manifestazione di Italian Exhibition Group fino al 29 marzo tutte le tecnologie audio, video, luci per l’intrattenimento

Ha aperto questa mattina alla fiera di Rimini MIR TECH 2022, la manifestazione di Italian Exhibition Group dedicata alla filiera dell’audio, video, luci e broadcast, che rimarrà aperta fino a martedì 29 marzo. 

Una fiera che, come ha spiegato Sergio Cerruti, Presidente di AFI moderando l’incontro d’apertura, rappresenta per tutti gli operatori una spinta positiva per guardare con fiducia al prossimo futuro.

L’evento è stato introdotto da Fabiana Dadone, ministro alle Politiche Giovanili: “sono contenta di partecipare a questa edizione di ripartenza per il settore – ha detto il ministro nel suo intervento. Sono stati due anni duri per il comparto, ma il live entertainment è un bene prezioso che va preservato e valorizzato. Ben vengano quindi manifestazioni come MIR TECH e gli eventi che rappresenta, che sono veri e propri acceleratori di sogni per i giovani, usciti più penalizzati di noi adulti da questa pandemia, perché è stata loro negata la possibilità di aggregazione e divertimento”.

Pienamente d’accordo Corrado Peraboni, amministratore delegato di Italian Exhibition Group: “Sappiamo quanto il  settore del live entertainment abbia sofferto con la pandemia. E proprio per questo MIR TECH è un’occasione di ripartenza importante voluta da tutti gli attori della filiera, che ringrazio per averci scelto e per aver creduto in noi. Ripartiamo assieme da questa Rimini, capitale dell’intrattenimento e della vita notturna”.

Gli ha fatto eco Mattia Morolli, assessore ai Lavori pubblici, Edilizia scolastica, Transizione digitale, cura e sviluppo dell’identità dei luoghi del Comune di Rimini: “È bello ritrovarsi a parlare di quello che è uno dei settori che più caratterizzano questa città. Lo spettacolo dal vivo fa parte del dna emotivo di tutti noi, così come la musica. Ringrazio quindi lo staff di IEG per aver messo insieme questo evento. L’intrattenimento genera un grande indotto e se riparte dà il via al tanto atteso ritorno alla normalità, oltre a rappresentare un importante volano culturale. Rimini è un luogo che più di altri esprime tutto questo e siamo contenti che si riparta proprio dalla nostra città”.

Maurizio Pasca, presidente SILB: “Il settore che rappresento, quello delle discoteche, è stato quello più penalizzato. Ci auspichiamo di ripartire quanto prima anche se purtroppo il 30% delle attività ha chiuso definitivamente. Tuttavia, per i “sopravvissuti” questa ripartenza sarà molto difficile. Speriamo quindi che il Governo dia aiuti sostanziali per non far morire il settore che ricopre un ruolo sociale importante, soprattutto per i giovani”.

Dal fronte delle imprese è arrivata anche la voce di Giancarlo Innocenzi Botti, presidente di Prodea Group:  “Voglio lanciare un messaggio positivo – ha concluso – questo comparto si rafforzerà, ma dovrà rigenerarsi sotto il punto di vista dell’internazionalizzazione, perché le produzioni italiane all’estero sono davvero molto apprezzate, e dell’innovazione tecnologica, che oggi ci permette di organizzare l’intrattenimento in modo diverso. Noi di Prodea Group, ad esempio, stiamo creando il primo e più grande set virtuale che ci sarà in Europa. Lo avvieremo a Torino nei prossimi mesi. Speriamo di attrarre così anche le produzioni estere”. 

A MIR TECH pubblico e professionisti del mondo dello spettacolo trovano cinque padiglioniper un totale di 25.000 mq – dedicati a tutte le novità per lo show dal vivo.

 

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)