Car Sharing: cresce SHARE NOW nel primo trimestre del 2022

di Fabrizio Castagnotto

In occasione della Giornata Mondiale della Terra, SHARE NOW, leader europeo del car sharing a flusso libero, annuncia una crescita significativa in molti parametri nel primo trimestre del 2022. Primo fra tutti, il numero di nuovi utenti registrati al servizio, che a marzo è quadruplicato rispetto a gennaio, toccando quota 850.000 utenti in Italia.

Un incremento dovuto anche al recente aumento del prezzo del carburante, che ha avvicinato nuovi utilizzatori al car sharing, come affidabile e conveniente alternativa di mobilità per contrastare i costi.

“La crescita dei nostri utenti mostra quanto sempre più persone si affidino alla mobilità condivisa di SHARE NOW. Avendo tutti i costi inclusi nel servizio, il car-sharing rappresenta una soluzione all’incremento del prezzo del carburante e, ancor più importante, per un futuro più sostenibile.” – afferma Luigi Licchelli, Business Development Lead Italy di SHARE NOW – “Proprio in occasione della Giornata Mondiale della Terra, è importante sottolineare quanto il car sharing aiuti le città a ridurre la congestione stradale, l’inquinamento e la mancanza di parcheggi disponibili. Ogni auto condivisa di SHARE NOW può sostituire da otto a venti vetture private, spesso datate e più inquinanti. Inoltre, i veicoli condivisi vengono utilizzati sei volte più frequentemente, riducendo dell’86% gli spazi di parcheggio pubblico occupati, come infatti dimostrato dai ricercatori del MIT Senseable City Lab di Carlo Ratti.”

Crescita dei noleggi e degli utenti

Oltre all’incremento delle nuove registrazioni, nel primo trimestre del 2022, SHARE NOW ha registrato una crescita rilevante anche degli utilizzi: in tutta Italia i noleggi sono aumentati del 22% confrontando gennaio e marzo. Nello specifico Torino ha segnato un +31%, seguita da Roma con +21% e Milano con +19%. Inoltre, il leader del car sharing ha raggiunto un altro importante traguardo: attualmente SHARE NOW conta più circa 850.000 utenti in tutta Italia, oltre 400.000 dei quali a Milano, 315.000 a Roma e 140.000 a Torino.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)