Gigaset Keeper, un must have: la pagella di TG

di Andrea Trapani

Un mese con Keeper, il dispositivo di casa Gigaset che si pone come il “custode” dei nostro oggetti, che spesso dimentichiamo o non troviamo, come le chiavi, la borsa o lo smartphone, sicuramente ci ha fatto capire quanto sia prezioso.

Appena si inizia a usarlo, specie se si è particolarmente distratti con le proprie chiavi di casa, non se ne può fare a meno. Il suo funzionamento è semplice: grazie a suoni e luci, keeper ti avvisa al volo se stai dimenticando qualcosa oppure ti ricorda dove hai lasciato ciò che cerchi.

L’installazione per la nostra recensione vede keeper abbinato a un iPhone6 (funziona anche con dispositivi Android, basta scaricare la relativa app!): pochi minuti, giusto il tempo di scaricare l’applicazione, creare il nostro account su “MyGigaset” (consultabile anche via web, ndr) e premere il pulsante per 5 secondi per permettere l’associazione tra lo smartphone e il nostro “trovaoggetti”. Molto più lungo scrivere i passaggi da fare che farli brevi manu. Comunque per i più curiosi una descrizione dettagliata delle funzionalità applicative di Keeper è disponibile sul miniisito del

Keeper di Gigaset si basa quindi su Bluetooth 4.0 e funziona effettivamente, come dicono le istruzioni, entro un raggio di circa 30 metri con un solo click. Avviando una ricerca per qualsiasi Keeper dal proprio smartphone, il dispositivo indica inequivocabilmente dov’è attraverso una luce a led lampeggiante e ad un forte segnale acustico. Keeper funziona anche al contrario, cioè ci dice dove si trova il nostro smartphone.

Un doppio click sul pulsante del Keeper, infatti, fa partire la suoneria sul dispositivo ricercato, anche se è stato disattivato.

 

Non fa solo questo.  Ad esempio l’applicazione segnala se ci si allontana troppo da un oggetto al quale abbiamo collegato un Keeper, dicendoci se siamo “fuori portata”.

Grazie al ridotto consumo di energia della quarta generazione Bluetooth, la batteria integrata ha una durata di circa un anno. La batteria del Keeper può essere sostituita, cosa che rende il dispositivo eco-friendly.

Keeper pesa 12 grammi ed è compatibile con gli smartphone Android che montano un software versione 4.4 e superiori e con gli iPhone con iOS.

La pagella di TG: 7,5. DA AVERE.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)