Dott pronta a portare la micro-mobilità sostenibile in Italia

di Redazione TecnoGazzetta

Dott (www.ridedott.com) è una startup europea attiva nel settore della micro-mobilità urbana, pronta per sbarcare definitivamente in Italia. Nata ad Amsterdam nel 2018 su iniziativa di due soci fondatori Maxim Romain ed Henri Moissinac, ha raccolto 50 milioni di euro per sviluppare un proprio modello di monopattino e per lanciare i principali mercati europei.

Molte città italiane stanno puntando a ridurre l’impatto delle automobili sul traffico e sull’inquinamento; Dott è convinta che sarà proprio l’arrivo della micro-mobilità elettrica a dare un vero impulso green. Dai dati raccolti, emerge che la corsa media è di poco meno di 15 minuti, a dimostrazione del fatto che i monopattini Dott siano la soluzione ideale per integrare il trasporto pubblico, offrendo un’opzione last mile comoda ed ecologica. Tra le capofila c’è l’amministrazione Milanese, particolarmente attenta alla tematica, pronta ad approvare una regolamentazione già questa settimana.

“Serve accelerare i tempi e poter portare questa opzione anche a Milano.” – riferisce il Country Manager di Dott Andrea Giaretta – “Apprendiamo mezzo stampa la volontà dell’Assessore Granelli a sbloccare la situazione entro questa settimana: un settembre così denso di eventi, dal GP di Monza appena passato, alla Fashion Week, alla Settimana della Mobilità, rappresenta decisamente l’occasione giusta per riportare a Milano i servizi di micromobilità.” 

Dott punta molto sull’aspetto ecologico: ha, infatti, già attivato una fornitura elettrica 100% rinnovabile e sviluppato sin dal primo istante un monopattino con l’obiettivo di garantire la sostenibilità e riciclabilità di ogni sua parte. Batterie, motore e altri componenti sono infatti certificati EU e progettati modularmente per essere riparati. Nel caso in cui non siano riparabili vengono prelevati da aziende certificate nello smaltimento.

Già operativa a Bruxelles, Parigi e Lione, Dott offre un veicolo appositamente progettato per lo sharing. Ruote più grandi e larghe per adattarsi ai fondi stradali delle città europee, pavè incluso, pedana più ampia e baricentro ribassato per una maggiore stabilità alla guida, doppio sistema frenante e-abs e meccanico per garantire una maggiore sicurezza. Infine, i monopattini Dott sono già stati sviluppati per soddisfare la regolamentazione italiana, con fanali frontale e posteriore e velocità limitata as 20 km/h.

Dott ha potuto dimostrare la qualità del proprio veicolo e la possibilità di offrire un’esperienza utente migliore rispetto al panorama della mobilità condivisa. A conferma di ciò, concorrono anche i dati raccolti: ad esempio, un sondaggio effettuato a Parigi fra clienti di e-scooter sharing ha evidenziato che il 71% ritiene i veicoli di Dott più stabili e comodi e il 73% più sicuri rispetto agli altri.

CS

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)