I Toughpad FZ-G1 Panasonic in dotazione agli operai edili di Skanska

di Enrico Net

Skanska, leader nell’edilizia e nell’industria dello sviluppo immobiliare, ha implementato l’uso dei TOUGHPAD FZ-G1 Panasonic per i propri cantieri. I tablet sono stati scelti per creare un ufficio digitale, che consente agli ingegneri di accedere a informazioni sui progetti, lavorare con programmi CAD e BIM e utilizzare applicazioni specializzate. In seguito all’adozione dei TOUGHPAD, l’azienda ha ridotto la quantità di carta usata e ha aumentato l’efficienza del proprio personale, che può ora utilizzare un unico dispositivo per svolgere le proprie mansioni sia in cantiere che in ufficio.

Da anni Skanska ha avviato un processo di transizione verso la Construction 4.0, ossia la digitalizzazione dell’industria delle costruzioni. La prima fase di questo processo è l’introduzione di strumenti di lavoro intelligenti e la digitalizzazione di tutte le attività operative, ed è per questa ragione che l’azienda ha avviato una partnership con Panasonic. I tablet e notebook rugged della gamma TOUGHBOOK. sono stati introdotti in alcuni uffici e anche sul campo, per ridurre la quantità di documenti cartacei, snellire e organizzare il flusso delle informazioni e, soprattutto, approfittare di tutti i vantaggi di un approccio integrato all’attuazione dei progetti.

Skanska ha implementato 100 TOUGHPAD FZ-G1, personalizzati in base alle esigenze dell’azienda e dotati di applicazioni specializzate (ad esempio per la gestione elettronica della documentazione e il software BIM). Tutto ciò permette a chi si trova in cantiere di accedere alle ultime informazioni relative a un progetto e di aggiornarle con grande facilità. Per gli ingegneri, i tablet sono ormai uno strumento di lavoro e di comunicazione con i propri colleghi, sia in ufficio che sul campo.

I dispositivi Panasonic sono stati scelti soprattutto grazie alla loro scocca resistente. Il modello TOUGHPAD FZ-G1 è un device fully rugged con una finitura antiscivolo. Impermeabile e resistente alla polvere, è dotato di sistemi anti-urto che lo rendono capace di sopportare cadute da altezze fino a 180cm. Il TOUGHPAD resiste anche a temperature estreme, pioggia e neve e può essere utilizzato con i guanti da lavoro. Inoltre, è facilmente visibile all’esterno: è dotato di schermo WUXGA da 10.1’’ (1920×1200) con elevata luminosità (fino a 800cd/m2) e abbastanza ampio da poter visualizzare disegni tecnici, piante e diagrammi.

“Per la nostra azienda, la sfida maggiore era l’accesso alle informazioni di disegno e la sostituzione della documentazione cartacea con un equivalente elettronico,” racconta Aleksander Szerner, Manager of Digitalization and Smart Equipment Technology di Skanska S.A. “Abbiamo setacciato il mercato per trovare una soluzione che ci fornisse un notebook efficiente, e al tempo stesso utilizzabile in cantiere. Il TOUGHPAD FZ-G1 Panasonic ci offre tutto questo e, soprattutto, è stato interamente configurato in base alle nostre richieste. Questo ci ha aiutato a snellire il flusso delle informazioni e quindi a migliorare l’efficienza con cui svolgiamo il nostro lavoro”.

Oltre ai TOUGHPAD FZ-G1, gli operatori sul campo di Skanska usano anche 50 tablet FZ-G1 appositamente configurati da Panasonic e Leica Geosystems per i team geodetici.

Il tablet CS35 di Leica è basato sul TOUGHPAD FZ-G1 ed è dotato di software professionale Leica Captivate. È stato disegnato per la visualizzazione e la raccolta di dati forniti dagli strumenti di misura nei cantieri, compresi MultiStation e tachimetri. La soluzione fornisce agli utenti accesso a una quantità enorme di materiale oltre alla capacità di gestirlo. Consente anche di visualizzare modelli realistici 3D.

“Abbiamo ampliato il nostro portfolio con i TOUGHPAD Panasonic per soddisfare i clienti più esigenti,” prosegue Marcin Pucilowski, Segment Manager di Leica Geosystems. “Combinando un tablet così efficiente e durevole con uno schermo ampio e il nostro software geodetico specializzato, abbiamo ottenuto quello che costituisce probabilmente il miglior dispositivo della sua categoria per il lavoro in cantiere. Abbiamo offerto questa combinazione a Skanska, certi che avrebbe soddisfatto tutte le loro aspettative”.

L’implementazione dei device Panasonic da parte di Skanska ha richiesto soltanto tre mesi. Grazie all’intuitività dei tablet, l’azienda ha potuto saltare la fase di formazione e i dipendenti si sono velocemente abituati ai nuovi apparecchi.

 

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)