NordVPN verifica e conferma la sua politica “no-logs” per la quarta volta

di Valerio Longhi

NordVPN, azienda fra i leader del settore cybersecurity, si è sottoposta ad una revisione indipendente per asseverare che i principi a tutela della privacy (no-logs) fossero effettivamente applicati.

La verifica è stata condotta dalla compagnia Deloitte, confermando per la quarta volta l’impegno di NordVPN verso la tutela dei propri utenti, i cui dati online non vengono tracciati o registrati in alcun modo.

“Il nostro impegno è forte verso la creazione e lo sviluppo di soluzioni per la cybersecurity in grado di innovare e proteggere i nostri clienti, ma la privacy rimane un tema che ci sta molto a cuore. Ecco perché garantiamo ai nostri utenti che non monitoreremo o tracceremo la loro attività online. Crediamo fermamente che la politica “no-logs” dovrebbe essere lo standard in questa industria e che un controllo di assurance condotto da una delle Big Four del settore (Deloitte) possa dimostrare ai clienti quanto ci teniamo alla creazione di una rete internet ancora più sicura e affidabile”, ha dichiarato Marijus Briedis, CTO di NordVPN.

Durante la procedura di controllo, gli esperti di Deloitte hanno intervistato i dipendenti di NordVPN ed esaminato la struttura dei server aziendali, la loro configurazione e i relativi registri. È stato concesso loro accesso ai servizi di NordVPN dal 30 novembre al 7 dicembre 2023, al fine di verificare impostazioni rilevanti dal lato della privacy all’interno della configurazione aziendale, oltre che delle procedure applicate sui server offuscati, Doppia VPN, VPN standard, Onion Over VPN (TOR) e P2P.

I controllori non hanno rilevato alcuna indicazione che possa suggerire violazioni da parte di NordVPN della politica “no-logs”. Ciò significa che i dati dei clienti in ingresso o in uscita dai server aziendali non vengono conservati, tracciati o monitorati in alcun modo (inclusi indirizzi IP, cronologia internet e siti visitati).

Abbonarsi a Nord VPM, la promozione (67% di sconto!)

Il primo controllo di assurance indipendente cui si è sottoposta NordVPN è stato completato nel 2018, seguito dal secondo e dal terzo, nel 2020 e 2022, a dimostrazione dell’impegno costante dell’azienda a tutela della privacy. Questi audit indipendenti hanno lo scopo di dimostrare in maniera oggettiva che NordVPN mantiene le promesse fatte ai propri clienti: un servizio VPN che non traccia o monitora l’attività online.

Il report completo relativo all’attività di assurance delle politiche “no-logs” è disponibile sul sito della società.

Chi è NORDVPN

NordVPN – oltre ad essere in procinto a lanciare una eSIM per il roaming dati –  è il fornitore di VPN più avanzato al mondo, usato da milioni di utenti a livello globale. NordVPN mette a disposizione dei propri utenti sistemi di crittografia a doppia VPN e Onion over VPN, oltre a garantire la massima privacy senza alcun tipo di tracciamento. Una delle funzioni chiave del prodotto è Threat Protection, capace di bloccare i siti dannosi, i malware durante i download, i tracker e le pubblicità. NordVPN è facile da usare, viene offerto a uno dei prezzi migliori sul mercato e ha più di 6.000 server in 60 Paesi. Per maggiori informazioni: https://nordvpn.com.

CS

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)