DAZN

Codici: lo speed test sarebbe un passo avanti per la tutela degli abbonati Dazn

di Redazione TecnoGazzetta

Un’indiscrezione che, se confermata, rappresenterebbe una novità importante per gli abbonati DAZN.

Questo il giudizio dell’associazione Codici in merito alla notizia che sta rimbalzando sugli organi di informazione e che riguarda il possibile inserimento di uno speed test nella app di Dazn per verificare la qualità della connessione a internet dell’utente.

Sono mesi ormai che Dazn è al centro dell’attenzione generale – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codicie purtroppo a causa soprattutto dei disservizi che tanti disagi hanno causato agli abbonati. Come associazione di consumatori abbiamo avviato un’azione con cui chiediamo il rimborso ed il risarcimento danni di chi ha avuto problemi nella visione delle partite del campionato di Serie A e non possiamo, quindi, che esprimere un parere favorevole sull’azione che starebbe per intraprendere l’Autorità. Nel caso in cui l’indiscrezione dovesse essere confermata, con lo speed test i consumatori avrebbero la possibilità di fare chiarezza una volta per tutte e capire di chi è la responsabilità dei disservizi. Finirebbero gli alibi che finora hanno segnato questi mesi di proteste, con il solito scaricabarile. Oltre alla questione della qualità della connessione internet, riteniamo altrettanto importante anche l’eventuale inserimento tra i motivi del risarcimento dei problemi legati a login, durata del black out e qualità video. Sono, infatti, questioni oggetto di numerose lamentele che abbiamo ricevuto dagli abbonati: c’è chi è stato costretto a fare più volte il login alla app nel corso della stessa partita, chi ha perso minuti e minuti di partita a causa dei disservizi, chi ha dovuto fare i conti con una qualità video scadente. Disagi evidenti, su cui da mesi chiediamo a Dazn di intervenire tutelando gli abbonati”.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)