Mercedes-AMG: il quattro cilindri di serie più potente al mondo, “made in Affalterbach”

di Tommy Denet

Il quattro cilindri M 139 sarà montato sulle compatte di Mercedes-AMG in due livelli di potenza: da 310 kW (421 CV) nelle versioni AMG S e da 285 kW (387 CV) nelle versioni base. Questa logica dell’offerta è già stata applicata con successo nei modelli Performance AMG dotati di motore V8 e soddisfa ancora meglio le richieste dei singoli Clienti.

Al di là dei numeri, il nuovo motore sorprende per la risposta spontanea, ottenuta grazie all’accurata definizione dello sviluppo della coppia (“Torque shaping”): il valore massimo di 500 Nm (480 Nm nella versione base) è ottenibile nell’intervallo tra 5.000 e 5.250 giri/min (4.750-5.000 giri/min nella versione base). Con questa taratura gli ingegneri AMG sono riusciti a ottenere un’erogazione di potenza simile a quella di un motore aspirato, accentuando ulteriormente l’emozione della guida. I tecnici del motore sono stati in grado di realizzare uno sviluppo della coppia che cresce in modo dinamico nella gamma di regime inferiore, migliorando così la guidabilità, mentre l’aumento della coppia ai regimi più elevati rende il motore più brillante. Inoltre il regime massimo (fino a 7.200 giri/min) sottolinea il carattere sportivo del modello M 139.

«Già con il modello precedente avevamo stabilito il primato nel segmento. Con il quattro cilindri completamente rivisitato abbiamo colto la difficile sfida di superare quel modello da record. Ci siamo riusciti con soluzioni in parte rivoluzionarie. Con il modello M 139 abbiamo senza dubbio dimostrato ancora una volta l’elevata competenza motoristica di Mercedes-AMG. Non è solo la potenza specifica ad essere inedita per un motore sovralimentato, ma anche la sua efficienza elevata fa capire che questo motore a combustione interna cela dentro di sé del potenziale aggiuntivo», afferma Tobias Moers, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Mercedes-AMG GmbH.

Il nuovo motore viene montato rigorosamente a mano. Al primo piano dello stabilimento di produzione di motori AMG nella sede di Affalterbach è stata realizzata una linea di produzione di nuova concezione, con la quale Mercedes-AMG ha portato il principio «One Man, One Engine», insieme all’industria 4.0, in una dimensione innovativa, caratterizzata dalle più moderne conoscenze dell’ergonomia, del flusso di merci, della garanzia di qualità, della sostenibilità e dell’efficienza. In vista dell’implementazione dell’industria 4.0, anche lo stabilimento AMG persegue la visione della produzione intelligente che si distingue per flessibilità massima, trasparenza e alta efficienza. Questo modo di operare assicura e incrementa la qualità dei motori e dei processi produttivi, introducendo tecnologie innovative e digitali.

«Per il montaggio dell’M 139 abbiamo completamente rielaborato il concetto di “One Man, One Engine”. Ne è risultata una produzione molto moderna, che mette al centro la persona. Abbiamo infatti creato le condizioni di lavoro ottimali per i nostri addetti, offrendo un ambiente pulito, inondato di luce e organizzato in modo preciso. È il miglior presupposto per continuare a garantire il nostro elevato standard qualitativo anche con una tecnologia che diventa più complessa», ha affermato Emmerich Schiller, Chief Operating Officer e membro del Consiglio di Amministrazione di Mercedes-AMG GmbH.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)