Nissan annuncia tre nuovi modelli elettrici: Nissan Qashqai, JUKE e LEAF

di Enrico Cremonese

L’impegno di Nissan per i veicoli elettrici si concretizza in un investimento fino a 3 miliardi di sterline in tre modelli, nella produzione di batterie e nelle infrastrutture rinnovabili

I futuri modelli si ispireranno ai concept Hyper Urban, Hyper Punk e Chill-Out-L’espansione del polo di trasformazione EV36Zero richiederà una terza gigafactory per supportare il più grande impianto automobilistico del Regno Unito

Ulteriore passo avanti di Nissan verso un futuro a zero emissioni: tre nuovi modelli 100% elettrici saranno prodotti nello stabilimento di Sunderland.

L’hub EV36Zero della città britannica, il progetto di Nissan per la produzione del futuro, includerà tre veicoli elettrici (EV), tre gigafactory e un investimento fino a 3 miliardi di sterline: un’ottima notizia per i 7.000 dipendenti di Nissan nel Regno Unito e per i 30.000 posti di lavoro coinvolti nella catena di fornitura britannica.

Il progetto di trasformazione annunciato oggi non solo include le future versioni completamente elettriche dei crossover di punta Qashqai e JUKE, ma Nissan conferma che il terzo veicolo prodotto nel Regno Unito sarà la Nissan LEAF di nuova generazione, l’auto che ha dato il via all’elettrificazione dell’industria automobilistica.

Sia la produzione di veicoli che quella di batterie saranno alimentate dalla microgrid EV36Zero, che utilizzerà i parchi eolici e solari di Nissan, riuscendo a fornire elettricità rinnovabile al 100% a Nissan e ai suoi vicini fornitori.

Annunciando oggi il progetto ai dipendenti dello stabilimento di Sunderland, il Presidente e CEO di Nissan Makoto Uchida ha dichiarato: “Gli emozionanti veicoli elettrici sono al centro dei nostri piani per raggiungere la neutralità da carbonio. Con le versioni elettriche dei nostri principali modelli europei in arrivo, stiamo accelerando verso una nuova era: per Nissan, per l’industria e per i nostri clienti”.

“Il progetto EV36Zero – ha continuato Uchida – pone il nostro stabilimento di Sunderland, la più grande fabbrica di automobili della Gran Bretagna, al centro della nostra visione futura. Ciò significa che il nostro team britannico progetterà, ingegnerizzerà e produrrà i veicoli del futuro, guidandoci verso un futuro completamente elettrico per Nissan in Europa”.

L’annuncio di oggi segue la conferma da parte di Nissan che da ora in poi tutte le sue nuove auto in Europa saranno completamente elettriche e che entro il 2030 lo sarà la sua intera gamma. Al centro di tutto la visione di Nissan Ambition 2030, che mira a rendere l’azienda completamente sostenibile, puntando verso un mondo più pulito, più sicuro e più inclusivo.

Il Primo Ministro britannico Rishi Sunak ha dichiarato: “L’investimento di Nissan è un enorme segno di fiducia verso l’industria automobilistica del Regno Unito, che già contribuisce per 71 miliardi di sterline all’anno alla nostra economia. Questa iniziativa garantirà senza dubbio il futuro di Sunderland come “Silicon Valley” del Regno Unito per l’innovazione e la produzione di veicoli elettrici”.

“Rendere il Regno Unito il luogo migliore per fare affari – ha sottolineato il Primo Ministro inglese – è al centro del nostro piano economico. Continueremo a sostenere in ogni fase aziende come Nissan, che intendano espandere e far crescere le loro radici nel Regno Unito, e a prendere le giuste decisioni a lungo termine per un futuro più luminoso”.

TRE NUOVI VEICOLI ELETTRICI

L’ultimo investimento di Nissan comprende fino a 1,12 miliardi di sterline per le sue attività nel Regno Unito e per la più ampia catena di fornitori, per la ricerca, lo sviluppo e la produzione dei due nuovi modelli annunciati oggi, includendo anche i miglioramenti degli impianti e dei processi di produzione, la formazione delle competenze e gli strumenti per i fornitori. L’investimento arriva dopo quello di 423 milioni di sterline annunciato da Nissan nella prima fase di EV36Zero, per la produzione del primo futuro veicolo elettrico.

I tre nuovi veicoli elettrici annunciati oggi rappresentano il futuro per tutti e tre i modelli attualmente prodotti nello stabilimento Nissan di Sunderland:

  • Nissan Qashqai – il crossover originale, l’auto più venduta nel Regno Unito nel 2022 e che è una delle cinque auto costruite nel Regno Unito.
  • Nissan JUKE – il crossover compatto che ha infranto le regole e che ha venduto più di un milione di unità.
  • Nissan LEAF – il primo veicolo elettrico del mercato di massa, di cui oltre 250 mila è stato costruito a Sunderland.

I tre veicoli si ispireranno a tre concept model completamente elettrici, due dei quali recentemente presentati al Japan Mobility Show:

  • Nissan Hyper Urban Concept, un crossover EV caratterizzato da un’estetica elegante e moderna.
  • Nissan Hyper Punk Concept, un crossover compatto completamente elettrico con un’estetica esterna definita da superfici sfaccettate e poligonali.
  • Nissan Chill-Out Concept, presentato nel 2021 e precedentemente già confermato come ispirazione per un futuro veicolo elettrico da costruire a Sunderland.

Ulteriori informazioni sui tre modelli, compresi i nomi, le specifiche e le date di lancio, saranno rilasciate in un secondo momento.

EV36ZERO

L’annuncio di oggi si basa sull’investimento iniziale di 1 miliardo di sterline di Nissan e dei suoi partner per creare EV36Zero, trasformando lo stabilimento di produzione di Sunderland e creando un ecosistema di produzione di veicoli elettrici unico al mondo.

A complemento della produzione di veicoli e batterie c’è poi il progetto Microgrid, avviato dal Comune di Sunderland, che sarà in grado di fornire elettricità al 100% rinnovabile a Nissan e ai suoi fornitori vicini, incorporando i parchi eolici e solari di Nissan esistenti, compreso il nuovissimo parco solare da 20 MW.

I due modelli aggiuntivi, insieme a un’ulteriore gigafactory e a ulteriori investimenti per progetti infrastrutturali, comporteranno un investimento fino a 2 miliardi di sterline. Ciò significa che i piani di Nissan per le future versioni elettriche di Qashqai, JUKE e per la sostituzione della LEAF, consentiranno un investimento fino a 3 miliardi di sterline nel Regno Unito.

Inoltre, il governo britannico ha concesso un finanziamento di 15 milioni di sterline per un progetto di collaborazione di 30 milioni di sterline guidato da Nissan. Il progetto andrà a rafforzare le competenze tecniche e la capacità di ricerca e sviluppo sui veicoli a zero emissioni del Nissan Technical Centre (NTCE) di Cranfield, nel Bedfordshire, aumentando le opportunità di ulteriori investimenti britannici in R&S per i futuri modelli di veicoli.

La notizia di oggi arriva in concomitanza con la conferma di una nuova Zona di Investimento per l’Inghilterra nord-orientale. La Zona d’Investimento del Nord Est si concentrerà sull’industria manifatturiera avanzata e sulle industrie verdi, comprendendo l’Arco dell’Innovazione, che va dal Northumberland fino a Sunderland e Durham, con opportunità lungo il Corridoio del Tyne e benefici percepiti in tutta la regione.

Il Cancelliere dello Scacchiere britannico Jeremy Hunt ha dichiarato: “Nissan ha un’importante storia nella produzione di automobili a Sunderland e il suo continuo impegno nel Regno Unito dimostra come il nostro sostegno alle imprese stia ottenendo i risultati sperati, contribuendo a creare migliaia di posti di lavoro e a consolidare la Gran Bretagna come ottavo produttore mondiale”.

Il Ministro degli Affari Economici britannico Kemi Badenoch ha sottolineato: “l’investimento della Nissan a Sunderland dimostra ancora una volta che il piano del Governo per il settore automobilistico sta funzionando. L’imminente Advanced Manufacturing Plan si baserà su questo accordo e su altri recenti grandi investimenti per l’industria automobilistica britannica, contribuendo a sostenere migliaia di posti di lavoro e a promuovere la crescita in tutto il Regno Unito”.

Graeme Miller, leader del Consiglio comunale di Sunderland, ha dichiarato: “l’annuncio di oggi è una notizia fantastica per Sunderland, per il Nord Est e per il Regno Unito: si basa sui nostri punti di forza, essendo Sunderland leader a livello mondiale nell’industria automobilistica e manifatturiera avanzata, crea posti di lavoro di alta qualità, fa crescere la nostra economia a basse emissioni di carbonio e ci posiziona ulteriormente al centro dell’elettrificazione a livello globale. Il fatto che Nissan abbia scelto di investire ancora una volta in questa città e in questa regione – e sulla nostra gente – è un enorme segno di fiducia. 

“La forza della nostra partnership con aziende come questa – ha detto Miller -, insieme alla nostra capacità di lavorare con il Governo, è essenziale per il continuo successo del settore, e la Zona di Investimento per il Nord Est annunciata oggi significa che possiamo consolidare il nostro track record, attirando ulteriori investimenti di questa portata e significato.”

EV36Zero è una parte fondamentale della Nissan Ambition 2030, la visione a lungo termine dell’azienda che mira a diventare un’azienda interamente sostenibile, che si muove verso un mondo più pulito, più sicuro e più inclusivo. In questo periodo, Nissan realizzerà veicoli elettrificati e innovazioni tecnologiche avanzate, espandendo e trasformando al contempo le proprie attività a livello globale. La visione sostiene l’obiettivo di Nissan di essere neutrale dal punto di vista delle emissioni di carbonio lungo tutto il ciclo di vita dei suoi prodotti entro l’anno fiscale 2050.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)