La stampante torna sulla scrivania con lo smart working

di Tommy Denet

Le misure attuate per contrastare l’epidemia di Covid-19  comportano diversi problemi per le infrastrutture ICT delle aziende, sia quando i lavoratori sono costretti a lavorare in casa, sia quando tornano in ufficio.

In particolare, per quanto riguarda le stampanti.

  • In ufficio, negli ultimi anni si sono sostituite le stampanti da scrivania ad uso di ogni singolo utente, con poche multifunzione supertecnologiche ad alta prestazione al servizio di interi uffici ma ora, in questi corner, si possono creare pericolosi assembramenti.
  • In smart working, si utilizza la propria stampantina a getto d’inchiostro o laser, che non è fatta per un uso professionale (per esempio in molti casi non fa copie digitali) e che comporta pure costi sproporzionati per l’azienda a cui il dipendente  li rimette.

La soluzione?

La soluzione la offre solo TADI, il distributore esclusivo per il territorio nazionale di  Triumph Adler: stampanti professionali da scrivania e mini multifunzione ad uso di singoli utenti, perfette per ripristinare la classica stampante da tavolo in ufficio e anche per l’uso domestico, entrambe in grado di dare alte performance, comprese le automatizzazioni, a costi e con contratti già previsti dagli uffici acquisti e con cartucce che durano anche 5 volte quelle delle stampanti consumer. Quindi sono anche più rispettose per l’ambiente.

Perché le MFP centralizzate ora non sono convenienti? 

In ufficio, da oltre un decennio, le aziende hanno intrapreso progetti di ottimizzazione delle stampanti per utilizzare  sistemi ad alte prestazioni posizionati in comune tra più uffici per togliere le costose stampanti presenti sulle singole scrivanie. In questo modo, è stato possibile ridurre il costo copia, dare in outsourcing la gestione del parco macchine, migliorando complessivamente il livello di servizio. Questa nuova organizzazione era  molto conveniente quando tutti lavoravano in azienda. Oggi però i lavoratori in smart working producono stampe a casa.

Così  i sistemi centralizzati rimasti negli uffici deserti sono sottoutilizzati, ma nei contratti sono comunque inclusi i volumi di stampa pre-Covid.

In più, le aziende pagano anche i costi delle stampe fatte in smart working.

Perché le stampanti consumer non sono adatte allo smart working?

Attualmente, a casa le persone sono dotate prevalentemente di stampanti a getto di inchiostro perché da sempre  si pagano poco all’acquisto e sono semplici da usare. Vanno bene giusto per gli sporadici usi domestici, come stampare le fotografie, ma non certo per le attività del business, che hanno tutt’altra dimensione.

Infatti:

  • le cartucce si consumano in fretta, costano moltissimo e gli importi che i lavoratori riaddebitano alla propria azienda cominciano ad essere ingenti (e spesso nell’importo sono comprese le stampe ‘private’).
  • In più, i tecnici informatici delle aziende non sono in grado di dare assistenza ai marchi consumer.

Ampia scelta

Solo le stampanti da tavolo professionali e le mini multifunzione Triumph Adler, distribuite in esclusiva sul territorio nazionale da TADI, risolvono le esigenze del nuovo scenario del lavoro. La gamma di prodotti, consigliata per i nuovi scenari è composta da un totale di 28 modelli tra stampanti e sistemi multifunzione del formato A4, nello specifico:

  • 7 modelli di stampanti A4 monocromatiche
  • 4 modelli di stampanti A4 a colori
  • 8 modelli di sistemi multifunzione A4 monocromatici
  • 9 modelli di sistemi multifunzionali A4 a colori


Consigliate in ufficio

Per l’utilizzo in ufficio, dove volumi di lavoro importanti sono all’ordine del giorno, i modelli proposti offrono molte funzionalità. Inoltre dispongono anche di un ampio pannello touch per soddisfare le richieste del business più esigenti. Ecco i prodotti:

Printer A4 BW da € 500 a € 900

  • P-5532 DN
  • MFP A4 BW da € 750 a € 1.550
  • P-5536i MFP
  • MFP A4 Colore: da € 850 a € 1.800
  • 357ci

Consigliate in smart working

Ecco quali macchine offrono moltissime funzionalità per volumi di stampa contenuti e bassi costi di gestione:

Printer A4 BW da € 250 a € 600

  • P-4020 DN
  • MFP A4 BW da € 400 a € 900
  • P-4026iw
  • MFP A4 Colore da € 400 a €1.000
  • P-C2655w

I modelli con più funzionalità

  • P-5536i MFP
  • 357ci

Queste due multifunzione, oltre ad offrire una vasta possibilità di utilizzo di App create su misura in base alle esigenze del cliente, consentono di convertire i documenti originali in file PDF ricercabili, file Word, file Excel o file PowerPoint e completare quindi il processo di digitalizzazione, sempre più fondamentale nelle aziende evolute.

Curiosità pratiche

La stampante più piccola: P-4020DN:  H. mm 272,  larg. mm 375,  profondità mm 393
La multifunzione più grande: 357ci: H mm 620, larg. mm  480, profondità mm 577

 

Print Friendly, PDF & Email

Vuoi ricevere gli aggiornamenti delle news di TecnoGazzetta? Inserisci nome ed indirizzo E-Mail:


Acconsento al trattamento dei dati personali (Info Privacy)